Biblab spazio lettura



Odissea racconto prima parte (lettura).

L’Odissea, composta intorno all’800 a.C, da Omero, è un poema epico che narra del lungo viaggio di Odisseo, re di Itaca e del suo rientro a casa, in Grecia. Dopo la lunga guerra di Troia, Odisseo, con 12 navi e 500 uomini, decide di tornare finalmente a casa, e per farlo attraversa tutto il Mediterraneo, incontrando nel suo percorso personaggi mirabolanti: uomini enormi con un solo occhio, donne bellissime e astute, uomini trasformati in maiali, sirene, il mondo dei morti… un mare di avventure!

 

Essendo un poema molto antico, anche gli dei prendevano parte alle vicende degli umani, ed è così che inizia l’Odissea: con un banchetto tra gli dei. Riusciamo ad immaginarci una tavolata fra le nuvole con Zeus, Atena e Poseidone? Immaginiamo che ogni dio corrisponda ad una virtù o un ruolo, come una grande famiglia: Zeus è il capo di tutti, Atena è sua figlia e dea dell’intelligenza, Poseideone è il fratello di Zeus, il dio del Mare.

Odisseo in particolare, aveva come nemico Poseidone, il dio del mare e delle tempeste ma Atena dalla sua parte, la dea nata dalla testa di Zeus, la vergine guerriera, simbolo dell’intelligenza e della furbizia. E’ proprio Atena che, travestendosi, va a trovare Telemaco, il figlio di Odisseo, e lo consola dicendogli che il padre tornerà. Il giovane Telemaco è disperato, non solo per il padre disperso ma perché la madre Penelope è assediata dai nuovi pretendenti i Proci (…di nome e di fatto!) che vogliono conquistare il regno di Itaca. Telemaco dunque decide di andare a trovare i compagni di guerra del padre, e lì scopre che Odisseo è VIVO!

“Sconvolti nel cuore” approdano dunque nell’isola delle Capre, un’isola in apparenza beata, rigogliosa e fertile, dove cacciano e banchettano al suono dei belati. In quest’isola le capre e gli animali vagano liberi, i frutti non hanno bisogno di coltivazioni e crescono spontanei, né le navi hanno necessità di un porto essendo l’insenatura priva di vento. Dopo aver cacciato ed essersi riposati, Odisseo, curioso, con alcuni compagni decide di esplorare l’isola vicina e scopre che l’isola non solo è abitata… ma che esseri giganteschi e con un solo occhio in mezzo alla fronte, sono i re indiscussi. Nella grotta di Polifemo figlio di Poseidone, il Ciclope più grande e feroce, si avventurano Odisseo e i compagni.



Atlante dei paesi sognati.

Inizia con questa settimana il racconto dell'Odissea con Biblab!

Ma prima di parlare del Libro magico, vediamo un po' cosa significa viaggiare... quali sono le caratteristiche di un avventurieto?

L'Atlante dei sogni sognati, libro di Dominique Lanni, edito da Bonpiani.

Il paese delle Amazzoni, il regno del Prete Gianni, la Barberia... da sempre, i paesi sognati hanno abitato le fantasie e i racconti dei grandi esploratori. Marinai, scopritori, avventurieri hanno raccontato il mondo e le sue terre lontane popolate da creature mitiche e leggendarie. Isole meravigliose come Citera, la patria di Afrodite, paesi della cuccagna come la Colchide, terra del Vello d'oro, reami selvaggi abitati da mostri come quello dei Mangbetu, imperi tenebrosi come quello dei Cimmeri, abitanti delle gallerie sotterranee. Questo atlante invita a un'esplorazione poetica del mondo in compagnia dei grandi viaggiatori dell'antichità e del XVI secolo ma anche di romanzieri ed eruditi di tutti i tempi.




MARE (lettura).

Lettura

L’isola schifosa di William Steig,  albo illustrato del 1969, riedito da Rizzoli Editore nel 2019.           Steig pubblicò la sua prima vignetta sul “New Yorker” nel 1930; è l’autore di oltre trenta libri per bambini, incluso Shrek!, che ha dato vita a una serie di lungometraggi d’animazione di successo voluti da Steven Spielberg e prodotti dalla DreamWorks.  In mezzo a un mare che ribolle, pieno di serpenti squamosi, granchi con chele taglienti e pesci che danno la scossa, sorge la più schifosa delle isole. Ma un giorno dalla terra infuocata spunta un bellissimo e delicato fiore rosso... E allora cosa succede all'isola schifosa?

«L’intensità di questo lavoro è straordinaria. Sembra quasi di sentire fisicamente la concentrazione di Steig, proprio come i bambini quando sono completamenti assorbiti da quello che stanno disegnando e producono suoni che corrispondono alla storia sulla pagina.» – Robinson.




PIANTE (lettura).

Lettura

Atlante di botanica poetica di Francis Hallè,  edito dall'Ippocampo. Il botanico Hallè, conoscitore delle foreste tropicali e instancabile viaggiatore alla scoperta di piante di ogni specie, delle quali ci regala splendidi disegni raccolti nel suo inseparabile taccuino, ha selezionato un campione di specie, scegliendo quelle che appaiono tra le più incredibili. Ne nasce un racconto poetico dove le piante si animano e ci raccontano un mondo incredibile e affascinante. 



ANIMALI (lettura).

Suggerimenti di lettura sugli animali.

La terra è popolata da tantissimi esseri, della maggior parte non abbiamo alcuna conoscenza. In questo momento di difficoltà in cui noi umani siamo reclusi in casa a causa dell’epidemia del Corona virus, abbiamo deciso di dedicare la prima puntata del Biblab agli animali, perché grazie all’assenza degli umani stanno riemergendo anche in spazi dove non si vedevano da tanto, mostrandoci la possibilità di un mondo diverso, una sorta di democrazia degli esseri. I delfini al golfo di Cagliari, i leoni sulle autostrada del Sud Africa, i cinghialetti a Modena e le volpi a Londra ci raccontano del mondo che verrà quando potremo tornare a anche noi a ripopolare il mondo, magari con una maggiore attenzione all’ecosistema.

Atlante di zoologia poetica, scritto dalla etologa Emmanuelle Pouydebat con illustrazioni di Julie Terrazzoni, edito ad L’Ippocampo.

36 meraviglie del mondo animale, esseri viventi particolari e straordinari, presentati, come ci dice il titolo in maniera “poetica”: infatti, siamo alla presenza di un libro che vuole raccontarci le vite di queste creature, attraverso pagine che coniugano informazioni tecniche (come l’area geografica in cui vivono, il nome scientifico, le dimensioni dell’animale), proverbi e citazioni, a lato di un testo principale che si legge da sé per quanto interessante e scorrevole nel tipo di scrittura. Le illustrazioni della Terrazzoni, disegni acquarellati, conferiscono quel senso di magico e surreale alle descrizioni delle 36 specie, raccontate e scelte tra il milione di quelle esistenti censite.



CASA (lettura).

Lettura

La  casa è il luogo sicuro, il rifugio, il primo disegno dei bambini, ma è anche spazio descritto in tutte le fiabe che leggiamo fin dall’infanzia (castello, caverna, casetta di marzapane o nel bosco, casetta piccola o reggia immensa, labirinto o stanzetta). Tutti noi abbiamo sognato di cambiarla, di arredarla, di “riscriverla” secondo la nostra età e i nostri umori.

Strutture architettoniche la casa può anche rappresentare lo spazio dell’io o diventare lo spazio in cui suono e parola si declinano in poesia.

Proprio poesia e casa sono i criteri fondamentali della bibliografia ragionata di questa settimana:

 

Casa di fiaba, di Giovanna Zoboli e illustrazioni di Anna Emilia Laitinen, collana Parola magica, casa editrice Topipittori. Il testo è una poesia: giochi di parole, alliterazioni, versi che ci accompagnano e ci suggeriscono idee, sospiri e sentimenti. Chi abita quelle case? chi potrebbe abitarle? Cosi ci fanno provare e quali sensazioni affiorano? Le case sono luoghi fisici, ma anche simbolici.

Case così, testi e illustrazioni di Antonella Abbatiello, Donzelli editore, un libro-scatola pieno di sorprese ed ironia, un laboratorio dello spasso. Antonella Abbatiello, una delle più note autrici italiane per l’infanzia, ha provato a inventare un bel po’ di case sul filo delle emozioni e dei pensieri dei piccoli lettori. 

Casa casina, testi e illustrazioni di Manuela Mapelli, Edizioni Corsare, filastrocche e  grafica si incontrano per descrivere tutte le tipologie di casa.

Case nel mondo, testi di Maria Paola Pesce e illustrazioni di Martina Tonello, Mondadori Electra Editore Kids. Una panoramica sulle tante dimore che si possono incontrare nel mondo.