16/05/2015 - GIOCOMIX 2015 16/17 Maggio



GIOCOMIX
Fiera del Gioco e del Fumetto
16-17 maggio - Lazzaretto di Cagliari
 
Si avvicina l’edizione 2015 del Giocomix. Organizzato dall’associazione culturale Mondi Sospesi e
ormai giunto alla sua 6° edizione, si conferma come l’evento dedicato al gioco e al fumetto più grande
della Sardegna.
Si terrà a Cagliari dal 16 al 17 maggio nella splendida cornice del Lazzaretto.
FUMETTO
Il fumetto è uno dei temi portanti del GioCoMix e per questa ragione trova grande spazio nel
palinsesto della manifestazione. Quest’anno l’area espositiva cresce ancora, con una sempre maggior
partecipazione di librerie e fumetterie specializzate e per la prima volta ospitando anche un A rea Self,
in cui i giovani autori potranno farsi conoscere direttamente dal grande pubblico presentando i propri
lavori.
Due i w orkshop dedicati al fumetto e all’animazione. “Select Your Character” tenuto da Andrea Pau e
Jean Claudio Vinci, in cui i due autori guideranno gli allievi nelle molteplici fasi della creazione di
personaggi per serie TV, fumetti e romanzi. “Viaggio verso la Creatività”, tenuto da F abrizio Lo Bianco,
un workshop in cui si scopriranno i piccoli escamotage per sollecitare la creatività di tutti i giovani
sceneggiatori che vogliono mettersi alla prova.
Non mancherà, come ogni anno, una mostra dedicata al fumetto, sempre più ricca, curata dalla
International online art Urbana Gallery di Bristol, che esporrà tavole originali di autori internazionali.
Tra gli ospiti di questa sesta edizione la fa da padrone l’inglese D avid Lloyd, vero gigante del fumetto
internazionale, disegnatore della celebre graphic novel “V per Vendetta” da cui è stato tratto
l’omonimo film campione d’incassi, presente per promuovere il suo nuovo progetto Aces Weekly.
Mentre tra gli ospiti italiani due dei fumettisti più famosi del momento, D on Alemanno, conosciuto
per il suo irriverente e provocatorio “J enus” e B igio, famoso per il suo “D rizzit” . Arrivati al grande
pubblico grazie al web, questi due fumettisti sono riusciti a conquistare il cuore di migliaia di lettori
approdando poi in tutte le fumetterie e librerie d’Italia.
Atteso anche B runo Enna, sceneggiatore famoso per i suoi lavori con la Disney e la Bonelli, che ha
recentemente ricevuto il prestigioso premio Michelucci.
COSPLAY
Dal fumetto si passa al Cosplay, fenomeno che ha conquistato il mondo con i suoi colori e la sua
allegria. Due grandi spettacoli si svolgeranno sabato e domenica pomeriggio con c entinaia di
partecipanti c he cercheranno di aggiudicarsi il “Premio Sardegna”: un volo A/R Cagliari-Roma che
Evento organizzato dall’Associazione Culturale Mondi Sospesi
Via Gorgona n° 20, 09012, Capoterra (CA) C.F. 92150260922
Pagina 2 - 2
permetterà ai vincitori di partecipare alle selezioni del Romics, dove ogni anno viene selezionato il
team che rappresenterà l’Italia al World Cosplay Summit in Giappone, un vero e proprio campionato
mondiale del Cosplay.
GIOCO
GioCoMix è gioco in ogni sua declinazione. Giochi da tavolo, di carte, di ruolo e videogiochi, ognuno di
questi godrà di ampi spazi all’interno della manifestazione. Oltre alla partecipazione di numerosi
negozi di giochi e videogiochi dell’isola, quest’anno entra all’interno della manifestazione una delle
più grandi realtà a livello mondiale, la N intendo, un intero stand dedicato alla storica azienda
giapponese creatrice del mitico Super Mario. La startup P andora Machine, realtà tutta sarda,
presenterà la sua omonima steam machine, potentissimo ibrido tra PC e Consolle che permette di
giocare con gli oltre tremila videogiochi della piattaforma internazionale “Steam” a un livello grafico
mai visto. Per gli appassionati di realtà virtuale sarà possibile provare l’O culus Rift, il visore 3D che
farà immergere i giocatori in ambienti tridimensionali ad altissima risoluzione.
Verranno messi a disposizione anche un centinaio di tavoli per i visitatori che potranno scoprire e
provare nuovi giochi o grandi classici, seguiti da associazioni come La Tana dei Goblin, il K aralis Risiko
Club e i D7 .
L’ambito premio “G ioco dell’Anno” , promosso dall’evento principe nel genere “Lucca Comics &
Games”, farà tappa durante la due giorni della manifestazione. Ormai diventato un appuntamento
fisso, l’area permetterà di provare i giochi vincitori del più prestigioso premio italiano dedicato al
gioco da tavolo e di ruolo, rispettivamente con tavoli dimostrativi del “Piccolo Principe” e di “Savage
World”.
Anche il mondo del gioco ha le sue Star quindi, come ogni anno, sarà presente un ospite d’eccezione,
Matteo Cortini, co-autore di “S ine Requie” , il gioco di ruolo italiano più venduto, premiato con il Best
of Show, e autore di “Anime e Sangue”. Terrà un w orkshop sul g ame design dedicato a chiunque
voglia entrare come autore nel mondo del gioco.
Sarà presente una bellissima m ostra su RisiKo!, uno dei giochi più popolari e venduti del mondo, che
ripercorrerà attraverso le sue numerose edizioni oltre 60 anni di storia.
Numerosi anche i tornei per gli appassionati e i giocatori più esperti tra cui: Risiko!, Magic, Pokemon
Call of Duty e tanti altri. Entrambe le mattine sul palco sarà possibile partecipare a O n Stage!, gioco di
improvvisazione teatrale che metterà in scena uno spettacolo ispirato al primo episodio di Star Wars
(sabato) e un’altro ispirato a Harry Potter (domenica).
GIOCOMIX 2015
Quando: 16-17 maggio 2015
Dove: Lazzaretto di Cagliari
Orari: 11:00-19.00
Ingresso: Individuale giornaliero 5 euro. Gratuità fino ai 6 ann i.
Informazioni per il pubblico : www.giocomix.com
Responsabile area stampa: Barbara Piras, Tel. 3403972419
Evento organizzato dall’Associazione Culturale Mondi Sospesi
Via Gorgona n° 20, 09012, Capoterra (CA) C.F. 92150260922

10/05/2015 - forma e poesia nel jazz 8 Maggio - 6 Giugno



Forma e Poesia nel Jazz XVIII edizione

A Cagliari dall'8 maggio al 6 giugno 2015

Quattordici concerti, tre masterclass, laboratori per bambini, una mostra fotografica, un'installazione video, degustazioni e altro ancora. Così, dall'8 maggio al 6 giugnoForma e Poesia nel Jazz festeggia a Cagliari la sua diciottesima edizione. Un traguardo importante per questa rassegna, organizzata dall'omonima cooperativa, cresciuta nel corso del tempo fino a diventare uno degli appuntamenti più consolidati e apprezzati da pubblico, critica e addetti ai lavori nel panorama jazzistico sardo. 

Diciotto candeline da spegnere con un un fitto cartellone di appuntamenti distribuiti in vari spazi cittadini (lo spazio Jazz'Art, l'Auditorium del Conservatorio, il Teatro delle Saline, il Ghetto, il Jazzino, il Lazzaretto), con un occhio di riguardo per il jazz italiano di qualità e uno sguardo sulla scena musicale (non solo jazzistica) locale, più un pizzico di internazionalità attraverso collaborazioni con la Spagna. 

Tra i nomi di spicco, Fabrizio Bosso col suo quartetto (atteso a Cagliari il 14 maggio), il Doctor 3 di Danilo ReaEnzo Pietropaoli e Fabrizio Sferra (sabato 23 maggio), l'Insanity Quintet (29 maggio), il quartetto del sassofonista americano (ma da tempo di casa in Spagna) Paul Stocker (il 4 giugno), il duo del chitarristaAntonio Forcione con il percussionista Emiliano Caroselli (sabato 6 giugno). E, ancora, Riccardo Melis (8 maggio), il duo Clorinda Perfetto - Robert Witt (10 maggio), il DRC Trio (sempre il 10), il quartetto del chitarrista Carlo Ditta (17 maggio) e quello della cantante Eloisa Atti (22 maggio), il gruppo Musica ex Machina(24 maggio), il CGJ Collective (28 maggio), Signor Palomar (il 30), il duo "EveryWhere flute & piano" di Angelica Perra e Claudio Mosca (il 31).

  • Si comincia venerdì 8 maggio

Il primo atto ufficiale della rassegna, venerdì 8 maggio, è in terra di Spagna, dove Forma e Poesia nel Jazz conta già l'importante collaborazione con il festival jazz di Chinchilla de Monte-Aragón, nella provincia di Albacete (Castiglia-La Mancia): a Madrid, allo Espacio Ronda, è in programma una conferenza stampa di presentazione della rassegna sarda, seguita dal concerto di uno dei suoi protagonisti, Paul Stocker, qui con una formazione in parte diversa da quella con cui è invece atteso a Cagliari il 4 giugno. Alla serata madrilena, il sassofonista americano si presenterà infatti col progetto Marula, un omaggio alla musica sudafricana cui ha legato tante esperienze fin dal suo arrivo in Europa, nel 1970. Affiancano i suoi sassofoni soprano e contralto, Juan Vinuesa al sax tenore, Julian Sanchez alla tromba, Israel Sandoval alla chitarra, Hector Oliveira al contrabbasso e Dani Garcia alla batteria.

Più o meno alla stessa ora, ma da questa parte del mare, a Cagliari, il cartellone di Forma e Poesia nel Jazz si inaugura alle 22 nello spazio Jazz'Art in via Lamarmora con il quartetto soul di Riccardo Melis: ad accompagnare l'eclettico cantante cagliaritano saranno Ettore Diana al sax, Alessio Olla alla chitarra e Fabio Uselli al basso. 

Doppio appuntamento domenica 10 maggio: il primo è alle 18, ancora al Jazz'Art, con le sonorità tra classica e jazz della pianista Clorinda Perfetto e del violoncellistaRobert Witt, un duo nato l'anno scorso in seno al Teatro Lirico di Cagliari.

Alle 22 si accendono invece microfoni e riflettori al Lazzaretto, il centro culturale in via dei Navigatori, nel quartiere Sant'Elia, dove è di scena un'altra formazione "made in Sardinia", il DRC Trio di Roberto Deidda (chitarra), Nicola Cossu (basso) e Daniele Russo (batteria).

Quattro sere dopo, giovedì 14 maggio, arriva uno dei concerti più attesi della rassegna: all'Auditorium del Conservatorio (ore 21) tiene banco il quartetto del trombettista Fabrizio Bosso, uno dei maggiori esponenti del jazz italiano contemporaneo, in arrivo a Cagliari con Julian Oliver Mazzariello, tra i migliori pianisti delle ultime generazioni, il giovanissimo contrabbassista salentino Luca Alemanno e il batterista Nicola Angelucci. In repertorio, oltre a brani originali di Bosso, un omaggio a Duke Ellington, in virtù dell'uscita dell'album "Duke". 

Energia e interplay nel concerto del quartetto di Carlo Ditta, in programma domenica 17 maggio (con inizio alle 20) al Ghetto, unico appuntamento della rassegna previsto al centro d'arte e cultura in via Santa Croce, nell'antico rione di Castello. Ad affiancare il chitarrista (nato a Firenze nel 1971, ma presto trapiantato a Cagliari) saranno Mariano Tedde (piano e Rhodes), Alessandro Atzori (contrabbasso) e Gianrico Manca (batteria). 

Si torna al Jazz'Artvenerdì 22 (alle 22), per ascoltare la voce morbida e colorata d'intime sfumature della cantante e musicista bolognese Eloisa Atti accompagnata da Matteo Raggi al sax tenore, Salvatore Spano al pianoforte e Alessandro Atzori al contrabbasso.

Altra serata da non perdere, sabato 23 maggio: all'Auditorium del Conservatorio (ore 21) approda il Doctor 3, blasonato sodalizio artistico di Danilo Rea(pianoforte), Enzo Pietropaoli (contrabbasso) e Fabrizio Sferra (batteria). Una storia lunga quasi due decenni, ripresa l'anno scorso, dopo un lustro di sosta, con un disco che fin dal titolo ("Doctor 3") suona come un'orgogliosa riaffermazione.

Più breve, almeno per il momento, ma comunque degno di nota, il percorso di Musica ex Machina, quartetto sardo in azione dal 2006, apprezzato sulle tracce di cinque cd e sui palcoscenici di diversi contesti nazionali e internazionali. Guido Coraddu (pianoforte), Francesco Bachis (tromba), Mauro Sanna (basso elettrico) e Simone Sedda (batteria) sono in calendario domenica 24 maggio a partire dalle 20 al Lazzaretto.

Giovedì 28 tappa al "Jazzino" che ospita il CGJ Collective, formazione nuorese nata nel 2013 per impulso del festival Cala Gonone Jazz e dell'associazione culturale Intermezzo, con la collaborazione di Antonio Ciacca. Nove musicisti sul palco del jazz club in via Carloforte a partire dalle 21,45: Elias Lapia, Mauro Usai e Marco Di Cesare ai sassofoni, Emanuele Dau alla tromba, Fabio Coronas al trombone, Gianpaolo Selloni al pianoforte, Giuseppe Chironi alla chitarra, Pierluigi Manca al contrabbasso e Luca Deriu alla batteria.

Ventiquattr'ore più tardi (venerdì 29, ore 21), al Teatro delle Saline, è invece il turno dell'Insanity Quintet, un collettivo di recente formazione caratterizzato da una forte componente ritmica e un sound di concezione moderna. Nelle sue file, musicisti di grande esperienza: gli ideatori Luca Mannutza (piano) e Matteo Sabattini(sax) affiancati da Enrico Bracco alla chitarra, Luca Fattorini al contrabbasso e il batterista americano Greg Hutchinson come special guest

Nuovamente al Lazzaretto, la sera dopo (sabato 30, ore 20), Forma e Poesia nel Jazz presenta i Signor Palomar, formazione nata cinque anni fa da un'idea di Cristiano Sanna Martini (testi, melodie, batteria e percussioni), con Alice Marras (voce), Gianluca Piras (basso), Stefano Ferrari e Michele Sanna (chitarre). Ora acustico, ora elettrico, il sound di questa band cagliaritana omaggia il meglio della canzone italiana d'autore ma con un suono che rimanda ad artisti come Radiohead, Jeff Buckley, Massive Attack, Tom Waits e Joan As Policewoman.

Dopo Clorinda Perfetto e Robert Witt, protagonisti il 10 maggio, ancora un duo classico ospite del Jazz'Art domenica 31 alle 18: EveryWhere Flute & Piano, progetto battezzato alla fine del 2013 da Angelica Perra (flauto) e Claudio Mosca (pianoforte) con l'obbiettivo di compiere un viaggio ideale attraverso pagine di musica di compositori influenti dell'Ottocento e Novecento, come Claude Debussy, Nino Rota, Astor Piazzolla, Erik Satie, Bela Bartok, George Enescu, Gabriel Fauré, Scott Joplin.

Dopo Madrid, ecco anche a Cagliari Paul Stocker, giovedì 4 giugno al "Jazzino" (ore 21,45), alla testa di un quartetto che riunisce altri tre membri del progettoMarula: il contrabbassista texano Hector Oliveira, Dani Garcia alla batteria e, al sax tenore, Juan Vinuesa, musicista e compositore di Albacete già ospite di Forma e Poesia nel Jazz con il suo trio, lo scorso dicembre. Californiano, classe 1952, Paul Stocker è approdato in Europa nel 1970, dove ha lavorato con un'infinità di musicisti, vivendo dapprima in Spagna, poi a Parigi e ad Amsterdam, prima di fare di nuovo base in terra iberica, a Granada e, dal 2003, a Madrid.

L'incrocio fra musicisti spagnoli e locali è al centro della serata del 5 giugno al Lazzaretto (con inizio alle 20): serata all'insegna del divertimento, della conversazione, degli "Encuentros" musicali ma anche tra sapori, tra vini sardi e spagnoli, tra formaggi e leccornie delle due terre.

L'ultimo atto della rassegna va in scena al Teatro delle Saline sabato 6 giugno: protagonisti del concerto "Sketches of Africa", proposto in collaborazione con l'associazione di volontariato Solidando onlus, il chitarrista Antonio Forcione, italiano di nascita e londinese di adozione (già applaudito accanto alla cantante Sarah Jane Morris, lo sorso marzo a Cagliari per una bella anteprima di Forma e Poesia nel Jazz), e Emiliano Carosellibatterista e percussionista tra i più apprezzati della scena jazzistica di Londra, dove è approdato nel 2012 con un background di studi musicali a Cuba e di collaborazioni importanti con nomi di spicco del jazz italiano e internazionale.

  • Altri eventi e appuntamenti

Non solo musica da ascoltare: diverse iniziative collaterali ai concerti sono in programma al Lazzaretto: la mostra fotografica "Jazz 2.8", una collettiva di Antonello Brughitta, Laura Masala e Paolo Piga, fotografi "storici " di Forma e poesia nel jazz. Altre immagini sono quelle del video allestimento proposto da Mi.Ma Ciak, associazione attiva nella produzione e promozione delle attività culturali nell'ambito della cultura cinematografica. "Il suono delle cose" è invece il titolo di unlaboratorio curato da Giorgia Atzeni, storica dell'arte con specializzazione in disegno, incisione e grafica, che da quindici anni si divide tra il ruolo di illustratrice e quello di ricercatore con una passione specifica per gli aspetti intrinseci ed estrinseci del libro antico. 

In collaborazione con il Conservatorio "G. Pierluigi da Palestrina" verranno proposte due masterclass con Fabrizio Bosso (tromba) e Danilo Rea (pianoforte) in coincidenza con i rispettivi concerti (il 14 e il 23 maggio): un'occasione per studiare con due tra i più rappresentativi artisti nazionali e assistere da vicino alle prove e all'allestimento del palco, nonché essere partecipi in tutte le fasi fondamentali della riuscita di un concerto. Altra masterclass in programma (ma sede ancora da definire) quella del batterista Greg Hutchinson special guest dell'Insanity Quintet il 29 maggio. 

"(Con) Fusion" è invece un progetto nato da un'idea della Cooperativa Sant'Elia 2003, Sustainable Happiness e Forma e poesia nel jazz: tutte le domeniche di maggio, intorno a mezzogiorno, musica e installazioni artistiche faranno capolino nelle case e nei giardini del borgo Sant'Elia

Tutti gli eventi di Forma e Poesia nel Jazz saranno comunicati in rete attraverso una forte campagna di comunicazione sia in Sardegna che all'estero, che potrà contare anche sulla media partnership di UniCa Radio e della spagnola Radio Chinchilla, e sul coinvolgimento di Instagramers Sardegna e Instagramers Cagliari che seguiranno e racconteranno alcuni degli eventi su Instagram, Facebook e Twitter (hashtag #FPJ15).

Organizzata dall'omonima cooperativa, la diciottesima edizione di Forma e Poesia nel Jazz si avvale del contributo della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato allo Spettacolo e Attività Culturali e Assessorato al Turismo) e del Comune di Cagliari, con la collaborazione di Unica Radio, Radio Chinchilla, Dabo, Clamshell record, Calagonone Jazz, Jazz in Sardegna, Conservatorio Statale di Musica "G. Pierluigi da Palestrina", Cooperativa Sant'Elia 2003, Azienda Vitivinicola Colline del Vento (Villasimius), Fattorie Orro (Tramatza) e Sustainable Happiness.

biglietti per i concerti di Fabrizio Bosso (20 euro), Doctor 3 (22,50 euro) e Insanity Quintet 12,50) si possono acquistare al Box Office di Cagliari, in viale Regina Margherita, 43 (tel. 070657428). Abbonamento a 43 euro. Quindici euro invece il prezzo del biglietto per il concerto del 6 giugno di Antonio Forcione e Emiliano Caroselli in vendita tramite Solidando onlus (tel. 3397678703 e 3450368674). Ingresso con degustazione per le serate al Lazzaretto e al Ghetto.

Per informazioni e aggiornamenti
FPJ, tel. 0704513104, e-mail: href="mailto:formaepoesianeljazz@gmail.com" target="_blank">formaepoesianeljazz@gmail.com.
http://formaepoesianeljazz.it


09/05/2015 - Monumenti aperti 2015 9/10 Maggio



Accanto a un mare trasparente e cristallino, Cagliari offre una natura incontaminata fatta di lagune e oasi naturalistiche uniche in Europa. Oltre a feste e sagre secolari, senza eguali per suggestione e ricchezza di colori, la città è ricca di musei e monumenti, segni e testimonianze di tutti i popoli passati e rimasti nel corso della storia.

 

Il tema di Monumenti Aperti del 2015 è La città del Novecento: luoghi e personaggi di Cagliari nel XX secolo.

L’obiettivo è privilegiare gli edifici di tutto il Novecento e, ancor più, il mezzo secolo più vicino a noi per una conoscenza delle parti della città che vengono vissute tutti i giorni ma che sono, paradossalmente, le meno conosciute. A ciò si accompagna un’attenzione verso i protagonisti - artisti, architetti,scienziati, politici, scrittori - che hanno “fatto” la città.

Il racconto della città moderna parte dalla demolizione delle mura che ha consentito di espandere la città dapprima a Nord-Ovest/Nord-Est e poi a Est dal tardo Ottocento in poi, tenendo conto di diversi fattori quali la viabilità, i nuovi assetti urbani e il trasferimento dei poteri dal Castello alla parte bassa della città, con la “discesa a mare” (in primis con la costruzione del Municipio in via Roma).

Il racconto continua, e questo sarà il cuore della manifestazione del 2015, nell’analisi della città di oggi per individuarne le componenti più significative e il loro ruolo nella vita di tutti i giorni, attraverso le visite degli edifici pubblici e privati, collezioni d’arte e luoghi di culto, senza dimenticare le periferie, luoghi che offrono multiformi chiavi di lettura, continuando le azioni già intraprese dall’Amministrazione comunale per valorizzarle e collegarle maggiormente al cosiddetto Centro.

Nell’edizione del 2015 fra gli altri, segnaliamo le attività che si svolgeranno a Pirri, S. Elia, Is Mirrionis, Molentargius, tutte zone con delle peculiarità territoriali, culturali e socio economiche sconosciute alla gran parte dei cittadini, che si inseriscono perfettamente nel tema di questa edizione.

ORARI DELLA MANIFESTAZIONE

I monumenti saranno visitabili sabato 9 e domenica 10 dalle 9.00 alle 20.00

INFORMAZIONI UTILI

Monumenti Aperti ha sede a Cagliari presso Il Ghetto, via Santa Croce 18, tel. 070.6402115, dove è possibile rivolgersi per informazioni relative alla promozione ed organizzazione della manifestazione.

 

INFO POINT: Grazie al contributo dei volontari della manifestazione, sabato e domenica dalle 9.00 alle 20.00, saranno presenti in punti strategici della città sei punti di informazione. Verranno date informazioni sui monumenti, sulle attività collaterali e suggerimenti di visita. (Piazza Yenne, Viale La Palma, Piazza Galilei, Viale Bonaria, fronte C.I.S., Piazza Costituzione, Pirri Piazza Italia - Sede Ex Dazio)

In collaborazione con: Associazione Qedora, Associazione Erasmus, Associazione Pirri Antiche Storie del mio Paese

 

Informazioni e materiali sulla manifestazione disponibili presso l'Ufficio del Turismo, c/o Palazzo Civico, Via Roma 145

sabato e domenica dalle 09.00 alle 20.00

070 6778173, 070 6777397, 338 6498498

email: infopoint@comune.cagliari.it

www.cagliariturismo.it

facebook.com/cagliariturismo - twitter.com/cagliariturismo

 

In occasione del programma Monumenti Aperti 2015 - Cagliari

Carovana SMI in collaborazione con

Ain’t no Gravity Parkour ASD, Parkour Cagliari, Associazione Sant’Elia Viva, Cooperativa Sant’Elia 2003, CISP, Indisciplinarte, Associazione Sarda Paraplegici, Movimentonetto, Associazione Donne e Mestieri Santa Teresa-Pirri, Tango Sardinia

 

Promuove

Approdi. Festa di Arte e Comunità (nell’ambito di Mare di Danza. L’arte del vivere in viaggio e del progetto triennale di cooperazione internazionale Silence in the Dance Landascape)

9-10 maggio

dalle  ore 10.00 alle 19.00 (pausa pranzo) / Quartiere Sant’Elia, fronte Lazzaretto e via Schiavazzi-Palazzo Bodano

Spostamenti urbani

Laboratorio Art du Deplacement (Parkour) con Fabio Sareceni

 

9 maggio

ore 17.00 / fronte Lazzaretto

10 maggio

ore 12.00 / fronte Lazzaretto

ore 18.00 / via Schiavazzi-Palazzo Bodano

Incursioni urbane a cura di Ornella D’Agostino con Maria Benoni, Nicola Grandesso, Valentina Orrù, Roberto Meloni, Fabio Saraceni, Marco Puddu, Riccardo Leschio

 

9 maggio

ore 16.00-20.00 Santa Teresa-Pirri, Biblioteca

10 maggio

ore 10.00-20.00 Sant’Elia, fronte Lazzaretto

TATO da Sant’Elia a Santa Teresa. Un TAppeTO tessuto di storie vissute. Progetto a cura delle designers Carolina Melis e Eugenia Pinna in collaborazione con Teresa Todde, gli abitanti di Sant’Elia e della Marmilla e il Consorzio due Giare

10 maggio

ore 19.00,  Lazzaretto

L’art du deplacement a Gaza. Incontro con Fabio Saraceni

 

Info: href="mailto:carovana.smi@gmail.com">carovana.smi@gmail.com

 

www.approdifesta.wordpress.com

www.facebook.com/approdicagliari

 

 

 

 

 


09/05/2015 - avviso annullato incontro con l'architetto Nuniz

ci dispiace informare il pubblico che a causa di forze maggiori l'incontro del 9 maggio alle 12.00 con l'architetto portoghese NUNIZ è stato annullato.

ci scusiamo per il disagio

il lazzaretto 


29/04/2015 - PROROGA DELLA MOSTRA I RISULTATI DELLE RESIDENZE ARTISTICHE ALIG'ART - FUTURO ANTERIORE



 Lazzaretto -Cagliari

29 aprile - 10 maggio 2015

ingresso gratuito

 

Sustainable Happiness ha il piacere di comunicare che verrà prorogata la mostra di presentazione dei risultati delle residenze artistiche del Festival Alig’Art, Futuro Anteriore, sviluppate in collaborazione con le associazioni TRW e Carovana.

Si riapre da mercoledì 29 fino al 10 maggio 2015 in occasione delle giornate di Monumenti Aperti.

       

Con le residenze artistiche, Sustainable Happiness affida l’azione a Alessandro Toscano, Mary Zygouri e Daniele Pario Perra, per indagare i flussi energetici fondamentali del territorio di Cagliari: Naturale, Vitale e Creativo.

Attraverso le diverse residenze, il pubblico coinvolto ha condiviso storie, relazioni, inquietudini e interrogativi sul passato e futuro della città, sul potere d'azione del cittadino nel proprio contesto di appartenenza.

 

Cagliari e le Energie Naturali

ALESSANDRO TOSCANO | 12/60 Cagliari e il Campidano

Progetto d'indagine storico fotografica incentrato sulla relazione tra Cagliari e il suo territorio. Il manifestarsi delle trasformazioni avvenute a livello socio economico spinge alla riflessione circa l’influenza che la città contemporanea esercita sulle campagne limitrofe e il paesaggio naturale circostante.

Cagliari e le Energie Vitali MARY ZYGOURI | Il Suono della Proprietà

Tuvixeddu si anima attraverso una performance pubblica, un’invasione pacifica, silenziosa e consapevole: un’azione di grande peso politico. Un rito di risacralizzazione attraverso la riappropriazione del patrimonio comune, lo stravolgimento della percezione dei luoghi e creazione di nuove memorie.

[Residenza in collaborazione con TRW]

Cagliari e le Energie Creative DANIELE PARIO PERRA | Low Cost Design Sant’Elia - qualcosa più del richiesto qualcosa meno del consentito.

Progetto di analisi del rapporto tra territorio e collettività, per progettare il futuro di una comunità conoscendosi, identificandosi e soprattutto collaborando. Con il tentativo di raggiungere una sintesi estetica e funzionale di valori culturali, ne risultano inattesi cortocircuiti sociali e generazionali.

[Residenza in collaborazione con Carovana SMI]

 


11/04/2015 - IL CERCHIO DELL'UNO - La festa del WESAK del Mediterraneo



Il Comitato Wesak del Mediterraneo presenta:
IL CERCHIO DELL'UNO - La festa del WESAK del Mediterraneo
11 Aprile 2015 - Il Lazzaretto Cagliari
Nasce dalla voglia di condividere lo spirito del Wesak facendo festa!! durante la giornata sarà possibile partecipare a attività di gruppo e provare trattamenti olistici, suonare e cantare, condividere del cibo insieme, parlare, ascoltarci e abbracciarci.

Download file: 2015flyerA4_internoV1.6.jpg
04/04/2015 - Le 4 More presentano i dipinti di Mauro Angiargiu



La curatrice Naitza Maria Antonietta e l'artista Mauro Angiargiu hanno elaborato un progetto espositivo che si terrà nel sito comunale “LAZZARETTO” di Cagliari, utilizzando la “SALA DELLA MUSICA”.

Le date stabilite, prendono in considerazione il periodo che va dal 4 Aprile (data d'inaugurazione) al 26 Aprile 2015.

La mostra sarà suddivisa nelle quattro sale espositive: ogni sala, quindi ogni “MORA”, avrà un tema differente.

SALA  “A”: produzione “ILLUSIONI E DISTORSIONI” dove l'artista si diverte a rivisitare delle                              grandi opere classiche famose, con ironia e comunque senza irridere questi illustri                        pittori.

 

SALA “B” : comprende una produzione intitolata “PERSONE FUORI DAL GREGGE”, dove                                    troverete dei ritratti dedicati a dei grandi miti che si sono distinti ciascuno nel proprio                 ambito. Questa è la sua maniera di omaggiarli!

 

SALA “C” : il titolo “C'ERA UNA VOLTA IL FUTURO”, già fa capire che il pittore mette in                          evidenza le distorsioni del periodo attuale, in maniera surrealistica, quasi a voler  mostrare la difficoltà nel trovare soluzioni ai problemi quotidiani.

 

SALA “D” : “IL MIO MONDO MUSICALE”, vuole essere un omaggio ad artisti rinomati che                                    hanno fatto da colonna sonora durante i momenti di studio del pittore.

 


11/03/2015 - inaugura il 20 marzo "Le residenze d'artista"



‚ÄčSustainable Happiness
insieme con le associazioni TRW Carovana 

vi invitano all'inaugurazione della mostra 

Futuro Anteriore
i risultati delle Residenze d'Artista 
Alig'Art 2014


venerdi 20 marzo alle ore 19, Lazzaretto di Sant'Elia - Cagliari

l’ingresso alla mostra è gratuito e sarà visitabile dal 20 marzo al 4 aprile

**LE RESIDENZE di Alig'Art**
Con il progetto di residenza artistica Futuro Anteriore, agli artisti Alessandro Toscano, Mary Zygouri e Daniele Pario Perra, è affidato il compito di indagare i flussi energetici fondamentali del territorio di Cagliari: Naturale, Vitale e Creativo. 

Il pubblico coinvolto ha condiviso storie, relazioni, inquietudini e interrogativi sul passato e futuro della città, sul potere d'azione del cittadino nel proprio contesto di appartenenza.
Il progetto ha beneficiato di diversi partner pubblici e privati ed è stato beneficiario di finanziamento da parte della Provincia di Cagliari e del Comune di Cagliari.

**Cagliari e le Energie Naturali
ALESSANDRO TOSCANO | 12/60 Cagliari e il Campidano.

Progetto d'indagine storico fotografica incentrato sulla relazione tra Cagliari e il suo territorio. Il manifestarsi delle trasformazioni avvenute a livello socio economico spinge alla riflessione circa l’influenza che la città contemporanea esercita sulle campagne limitrofe e il paesaggio naturale circostante.

**Cagliari e le Energie Vitali
MARY ZYGOURI | Il Suono della Proprietà.

Tuvixeddu si anima attraverso una performance pubblica, un’invasione pacifica, silenziosa e consapevole: un’azione di grande peso politico. Un rito di risacralizzazione attraverso la riappropriazione del patrimonio comune, lo stravolgimento della percezione dei luoghi e creazione di nuove memorie.

**Cagliari e le Energie Creative
DANIELE PARIO PERRA | Low Cost Design Sant’Elia
qualcosa più del richiesto/qualcosa meno del consentito.

Progetto di analisi del rapporto tra territorio e collettività, per progettare il futuro di una comunità conoscendosi, identificandosi e soprattutto collaborando. Con il tentativo di raggiungere una sintesi estetica e funzionale di valori culturali, ne risultano inattesi cortocircuiti sociali e generazionali.


29/01/2015 - Sette Berrette e un Calderone d'oro PROROGATO al 15 febbraio



 

 

PROROGATO A DOMENICA 15 FEBBRAIO

 

APERTURA AL PUBBLICO SABATO 14 E DOMENICA 15 ORE 16.30 E 18.00

Sette berrette e un calderone d’oro

Cagliari, Lazzaretto di Sant’Elia, 1- 15 febbraio

Da domenica gli esseri della mitologia sarda rivivono in un percorso multimediale

Un film soft horror e un ambiente interattivo per tramandare la tradizione orale

 Biglietti: tre euro (bambini) e cinque euro (adulti).

Una  storia fantastica capace di far restare i bambini con il fiato sospeso e di incantare anche gli adulti.

La figura di S’ammutadori, il demone del sonno della tradizione mitologica sarda, sarà protagonista ANCORA SINO A DOMENICA 15 FEBBRAIO nel Lazzaretto di Sant’Elia a Cagliari di Sette berrette e un calderone d’oro, un progetto multimediale articolato in un omonimo mediometraggio fantasy, un percorso di carattere didattico- interattivo e un altro espositivo. 

Prodotto dalla Ju film all’interno del più ampio progetto “Leggende della tradizione sarda e linguaggi moderni del tramandare”, Sette berrette e un calderone d’oro si ispira all’omonimo racconto originale di Giacomo Littera e si avvale della regia e della direzione artistica di Matteo Fadda e delle musiche originali di Salvo Nicotra. La fotografia è di Ignazio Dessì. Supervisione tecnica e software sono di Fabrio Protopapa.

Partendo dal film (57 minuti) e dalle attività interattive a esso collegate, si vuol portare avanti l’idea di far conoscere, attraverso una serie di film soft horror, la Sardegna più remota e il suo mondo fantastico anche ai più piccoli, avvalendosi di supporti tecnologici vicini alle nuove generazioni. Grazie alla collaborazione con l’associazione Carovana SMI di Ornella d’Agostino che ha inserito l’iniziativa nel progetto "Mare di Danza", l'Arte del vivere in viaggio" - "Approdi. Festa d'arte e comunità", nell'ambito della "Scuola CreAttiva", dal 1° all’8 febbraio (con esclusione di lunedì 2 febbraio) ogni pomeriggio alle 16.30, e di nuovo alle 18 (la mattina per le scuole), sarà proiettato il film a cui seguirà un viaggio tra i percorsi proposti, dove gli elementi e le scenografie appena visti sullo schermo saranno lo spunto per approfondire la conoscenza di miti e leggende della tradizione isolana.

Il film. Sette berrette e un calderone d’oro ha per protagonista il Folletto dalle sette berrette (S’ammutadori, che nella tradizione sarda agisce durante il sonno della sua preda) che incontra con Samuele, un bambino che lavora nel podere di un ricco latifondista. Eccezione fatta per Sandro Maxia del Cada die teatro, gli attori sono tutti non professionisti.

Il film, la cui lavorazione ha richiesto circa un anno di tempo, è realizzato evitando di utilizzare eccessivamente effetti speciali, in modo da salvaguardare il più possibile la tradizione orale.

La sua proiezione avverrà su più schermi, in modo da permettere una visione differente da quella classica cinematografica o televisiva.

Il percorso didattico - interattivo. In un’altra sala lo spettatore potrà attivare diversi video attraverso azioni come toccare o sfiorare oggetti legati alla trama del film. In alcuni di essi la voce della scrittrice Dolores Turchi offrirà informazioni su alcuni elementi della tradizione e i simbolismi a essa legati: streghe (cogas), personaggi fantastici, e lo stesso Folletto dalle sette berrette. In altri schermi appariranno, invece, personaggi e attori che si racconteranno attraverso i testi di Carlo Antonio Borghi e Giacomo Littera, e altre storie. Lo stilista Giangiuseppe Pisuttu, della casa di moda Demodè di Ittiri, illustrerà alcuni aspetti relativi al costume del folletto sardo, da lui realizzato.

Il percorso espositivo di scenografia e costume. Qui il pubblico potrà vedere e toccare con mano il lavoro grafico relativo alla visualizzazione del Folletto dalle sette berrette. Ad esempio: i primi bozzetti del viso di questo essere e alcuni elementi del trucco di scena come le protesi facciali. Sarà presente anche il costume del folletto, e alcuni elementi scenografici relativi all’ambientazione del film.

 

Sette berrette e un calderone d’oro è anche sui social: nella pagina www.facebook.com/fufilm.it  e su Instagram è possibile conoscere le ultime notizie e vedere numerose immagini.

Biglietti: tre euro (bambini) e cinque euro (adulti).

Informazioni:

www.jufilm.it%3B%20%20%0dinfo@jufilm.it/"'>href="http://www.jufilm.it%3B%20%20%0dinfo@jufilm.it/">www.jufilm.it; ;

www.jufilm.it%3B%20%20%0dinfo@jufilm.it/"'>href="http://www.jufilm.it%3B%20%20%0dinfo@jufilm.it/">info@jufilm.it;

Lazzaretto di Sant’Elia tel. 070 3838085

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Carovana SMI e Cooperativa Sant’Elia 2003.

 

Ju Film. E’ una piccola casa di produzione cinematografica che nasce nel sud della Sardegna.

Il suo nome si ispira al giogo dei buoi, in sardo “Su Ju”. La filosofia della Ju film è quella di produrre e creare, attraverso prodotti cinematografici, multimediali, di fiction e documentario, una visione della Terra Sarda che sia curiosa, creativa e approfondita.

La Ju film vuole raccontare nuove storie, nuovi contenuti e concetti che partendo dal particolare possiedano valori universali capaci di arrivare ad un pubblico vasto.

 

Un esempio di questo pensiero è la prima produzione Sette Berrette e un Calderone dOro” che, per la prima volta, partendo dai personaggi delle leggende e della mitologia sarde, trasforma la tradizione in un progetto multimediale fantasy, dove la magia contenuta nei libri e nella tradizione orale della Sardegna diventa un prodotto audiovisivo e tecnologico adatto alle scuole e al pubblico di qualsiasi età.


© Cooperativa Sant'Elia 2003 Tutti i Diritti Riservati - p.iva/C.F. 02847080922 - policy privacy - pwd obinocomix.com