02/04/2016 - 16-17 aprile 2016 Cerchio dellUno Wesak del Mediterraneo



Sabato 16 e domenica 17 Aprile 2016 presso il Lazzaretto si svolgerà la manifestazione "Il Cerchio dell'Uno", organizzata dal Comutato Wesak del Mediterraneo. Una giornata di condivisione e festa in attesa del Wesak e per sostenere il Wesak. Durante la giornata si svolgeranno Workshop, lezioni di prova, trattamenti olistici, consulenze, musica e danza.

La maifestazioni avrà inizio SABATO 16  alle 18.00. Si concluderà domeica 17 alle 20.00, negli orari di apertura del centro (9.00-13.00, 16.00-20.00.

Tutte le attività che si svolgeranno sono offerte da operatori ed insegnanti qualificati che hanno deciso di sostenere il Wesak del Mediterraneo.

L'ingresso alla struttura è libero; per le singole attività di gruppo o trattamenti è prevista una offerta-contributo spese che sarà in parte devoluta al Comitato Wesak per la copertura delle spese organizzative e in parte andrà agli operatori. 
Programma Cerchio dell'UNO:

http://www.wesakmediterraneo.org/il-cerchio-delluno-2016/ 


02/04/2016 - 23 aprile 2016 Wesak del Mediterraneo



Il Wesak è un’antichissima celebrazione che ha lo scopo di stimolare, realizzare e diffondere la coscienza dell’unità nella diversità. Il Wesak è patrimonio di ogni essere umano, indipendentemente dalla sua cultura, origine, religione, filosofia, credenza.

Cosa portare: vestiti bianchi per simboleggiare unità e uguaglianza, un fiore da scambiare come dono incondizionato, tappetino o cuscino, coperta.
La meditazione si terrà all’aperto, in caso di maltempo si terrà al chiuso.

INGRESSO A OFFERTE LIBERA
(le offerte vengono interamente devolute alla copertura dei costi organizzativi)

ORE 18.00 – APERTURA PORTE E INTRODUZIONE CON SUONI ARMONICI

ORE 19.00 – CANTI DELLE DIVERSE TRADIZIONI SPIRITUALI DELLA TERRA E A SEGUIRE MEDITAZIONE MONDIALE PER LA PACE E L’UNITÀ

ATTENZIONE!!!

Il programma di dettaglio della serata e la scaletta dei gruppi che guideranno i canti delle diverse tradizioni è ancora in via di definizione. Se vuoi partecipare con un gruppo o guidare un canto, una preghiera, un mantra o una pratica spirituale della tradizione o sentiero di cui fai parte o che rappresenti, contattaci ai seguenti recapiti:

info@wesakmediterraneo.org

tel. 3208492880

volantino_wesak20162v


05/03/2016 - Cagliari Open Data Day 2016

Il Lazzaretto sabato 5 marzo, dalle 9 alle 13, ospita Cagliari Open Data Day 2016. La manifestazione si tiene in contemporanea mondiale per l'International Open Data Day - http://opendataday.org/, iniziativa internazionale per diffondere tra i cittadini la cultura dei dati aperti.

Per Cagliari si tratta della quarta edizione della manifestazione che, anno dopo anno realizzata in maniera apartitica, su base volontaria e senza richiesta di contributi. L'edizione 2016, organizzata dal Circolo dei Giuristi Telematici in collaborazione con il Gulch e il CRS4.
Il sottotitolo del 2016 è "Ritorno al futuro" perché vogliamo far vivere alla città di Cagliari un ritorno alle "origini": poche parole e molti dati su cui lavorare i non esperti accanto agli esperti. Cagliari Open Data Day 2016 sarà quindi un hackathon (da “hack” e da “marathon”, una maratona sui dati con l'aiuto degli esperti): il viaggio ritorno al futuro fa tappa alle origini: il Cagliari Open Data Day aveva portato nel capoluogo sardo il primo hackathoncittadino.

Gli studenti (attesi i ragazzi dell'istituto tecnico informatico Giua e dello Scano) e tutti i cittadini di tutte le età che vogliono lavorare direttamente sui dati della Pubblica amministrazione o semplicemente guardare e socializzare con chi lo fa saranno i protagonisti dell'hackathon . 

La giornata inizia alle 9, con la presentazione dei vari gruppi di lavoro, che verranno illustrati in tre minuti. A metà mattina, verso le 11, ci sarà un brevissimo aggiornamento sull'andamento dell'hackathon, e infine dalle 12,45 in poi ogni gruppo avrà cinque minuti per presentare i risultati. Si concluderà con i saluti conclusivi degli organizzatori e delle istituzioni patrocinanti.

La manifestazione può essere seguita sui social media con l'hashtag #ODD16. Per l'evento di Cagliari si può usare anche#ODD16CA.




Download file: ODD16_locandina open data day.pdf
13/01/2016 - inaugurazione mostra "Our Genocides, il viaggio nella memoria"

Il 16 gennaio 2016 alle ore 18:00, presso il Centro Comunale d'Arte e Cultura Lazzaretto di Cagliari inaugura la mostra Our Genocides, il viaggio nella memoria, atto conclusivo del progetto di partecipazione e sensibilizzazione culturale, nato per informare sugli stermini e crimini di guerra della storia attraverso l'iconografia del luogo simbolo dell'Olocausto, il campo di concentramento di Auschwitz.

Il progetto ideato dall’artista Giulio Barrocu è curato da Sardonia Associazione Culturale, con il Patrocinio del Comune di Cagliari. La mostra, a cura dì Pamela Sau, comprende 10 installazioni dal titolo: “Soul's Mirror” dove la fotografia di Giulio Barrocu dialoga insieme alla scultura di Pinuccio Sciola e i disegni di dieci illlustratori di fama internazionale: Bormiz, Stefania Costa, Otto Gabos, Federica Manfredi, Giovannella Monaco (Giomo), Emilio Pilliu, Gabriele Peddes, Daniele Serra, Niccolò Storai, Romeo Toffanetti e Gino Vercelli. Verrà, inoltre allestito il “muro della Pace” realizzato da 400 foto di partecipanti volontari che hanno posato con il loro messaggio di pace durante un percorso a tappe, “A Peace Portrait Tour” di partecipazione cittadina. A conclusione dell’esposizione, sarà possibile visitare lo Spazio Futuro” a cura di Elisa Comparetti e di Save the Children Italia Onlus con la collaborazione di Elena Piseddu.

 

La mostra, a ingresso libero, è aperta al pubblico dal Martedì alla Domenica con i seguenti orari, 9.00-13.00/16.00-20.00, il lunedì è chiuso. E' possibile prenotare la visita guidata per le scuole secondarie e superiori al tel. 070/3838085


13/01/2016 - seminari formativi docenti di italiano L2/LS


Seminario "Io mi in - formo", primo appuntamento di un ciclo di seminari di aggiornamento per docenti di Italiano L2/LS attraverso la presentazione di nuovi materiali didattici e di tecniche didattiche innovative. 



Il seminario si terrà a Cagliari il 20 febbraio presso il Lazzaretto in via dei Navigatori. 



Alleghiamo la locandina con il programma dettagliato del seminario al quale sarà possibile iscriversi cliccando qui (https://docs.google.com/forms/d/14eQouLyb5ZeDLHniLrtA94qQfJVTyasGlhLFDD9ucmE/viewform?usp=send_form) entro il 15 febbraio 2016.



Per la partecipazione è richiesto un contributo di €30 che sarà possibile versare via bonifico.

La quota comprende: 
- partecipazione al seminario
- dispense/eventuali materiali dei relatori
- coffee break (mattina e pomeriggio) 
- attestato di partecipazione.


Per eventuali chiarimenti e informazioni.

Sardinia Italian Studies 
Lazzaretto dei Navigatori,
Cagliari


Download file: cagliari_folleto 20 febbraio 2016.pdf
08/01/2016 - chiusura anticipata mostra “Cibo, tempo, colori: persone e voci da Sant’Elia ai mercati civici”

La mostra “Cibo, tempo, colori: persone e voci da Sant’Elia ai mercati civici” chiuderà domenica 10 gennaio 2016 alle 18.00 E NON ALLE 20.00, per motivi tecnici.

L'esposizione sarà visitabile sino alle 18.00 di domenica. 


07/01/2016 - chiusura mostre 10 gennaio 2016

Domenica 10 gennaio 2016 si chiuderanno le due esposizioni presenti al Lazzaretto:

“Cibo, tempo, colori: persone e voci da Sant’Elia ai mercati civici”;

"Personale di Antonio Pala".

 


07/01/2016 - 16 gennaio 2016 Inaugurazione mostra Our Genocides, il viaggio nella memoria.



Il 16 gennaio 2016 alle ore 18:00, presso il Centro Comunale d'Arte e Cultura Lazzaretto di Cagliari inaugura la mostra Our Genocides, il viaggio nella memoria, atto conclusivo del progetto di partecipazione e sensibilizzazione culturale, nato per informare sugli stermini e crimini di guerra della storia attraverso l'iconografia del luogo simbolo dell'Olocausto, il campo di concentramento di Auschwitz.

 

Il progetto ideato dall’artista Giulio Barrocu è curato da Sardonia Associazione Culturale, con il Patrocinio del Comune di Cagliari. La mostra, a cura dì Pamela Sau, comprende 10 installazioni dal titolo: “Soul's Mirror” dove la fotografia di Giulio Barrocu dialoga insieme alla scultura di Pinuccio Sciola e i disegni di dieci illlustratori di fama internazionale: Bormiz, Stefania Costa, Otto Gabos, Federica Manfredi, Giovannella Monaco (Giomo), Emilio Pilliu, Gabriele Peddes, Daniele Serra, Niccolò Storai, Romeo Toffanetti e Gino Vercelli. Verrà, inoltre allestito il “muro della Pace” realizzato da 400 foto di partecipanti volontari, che hanno posato con il loro messaggio di pace durante un percorso a tappe, "A Peace Portrait Tour" di partecipazione cittadina. A conclusione dell’esposizione, sarà possibile visitare lo “Spazio Futuro” a cura di Elisa Comparetti e di Save the Children Italia Onlus, con la collaborazione di Elena Piseddu.

 

La mostra, a ingresso libero, è aperta al pubblico dal Martedì alla Domenica con i seguenti orari, 9.00-13.00/16.00-20.00, il lunedì è chiuso. E' possibile prenotare la visita guidata per le scuole primarie, secondarie e superiori al tel. 070/3838085


Download file: Comunicato Stampa_mostra Our Genocides.pdf


© Cooperativa Sant'Elia 2003 Tutti i Diritti Riservati - p.iva/C.F. 02847080922 - policy privacy - pwd obinocomix.com