17/10/2019 - Convegno-Mostra-Laboratori-Performances COSMOMED Tracce di cosmopolitismo intorno al Mediterraneo Migrazioni, memorie e attualit



Università degli studi di Cagliari
Facoltà di Studi Umanistici
Dipartimento Lettere, Lingue, Beni Culturali
con
Dipartimento Scienze politiche e sociali; Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambiente, Architettura
Con: Dottorato in Storia, Beni culturali e relazioni internazionali
Cdl Scienze della produzione multimediale; Beni culturali e spettacolo; Lingue e comunicazione; Lingue e letterature moderne europee e americane, altri cdl della Facoltà
Con la collaborazione di: Associazione culturale Tusitala (Cagliari), MEDU-Medici per i diritti Umani, (Roma); Senza Confini di Pelle arti performative (Torino/Sassari)/progetto Overlap, MEM-Mediateca del Mediterraneo di Cagliari, Lazzaretto, Fondazione MACC-Calasetta, Casa Falconieri, Unica Radio, Geotelling, Celcam, Cisap, Marina Cafè Noir, Accademia d’Arte di Cagliari.
Progetto Cosmo-med: Tracce di cosmopolitismo: migrazioni, memorie e attualità fra Mediterraneo ed Europa (Finanziato da Fondazione di Sardegna e dalla legge 7 della RAS 2017-2019)
Responsabile: Prof. Raffaele Cattedra
- Sede Università di Cagliari - Inaugurazione convegno 17 ottobre 2019, ore 15.30 (Aula Magna Rettorato dell’Università di Cagliari)
- Mostre, laboratori e eventi Lazzaretto 18 ottobre / 3 novembre 2019 (inaugurazione 18 ottobre 2019, ore 18.30)
Conferenza stampa 11 ottobre ore 10.30 Sala Consiglio del Rettorato dell’Università di Cagliari
Via Università, 40, Cagliari

17/10/2019 - Convegno-Mostra-Laboratori-Performances COSMOMED Tracce di cosmopolitismo intorno al Mediterraneo Migrazioni, memorie e attualit



Presentazione
L’Evento COSMO-MED Tracce di cosmopolitismo migrazioni, memorie e attualità intorno al Mediterraneo intende presentare i principali risultati del progetto di ricerca scientifica in Scienze umane e Sociali Cosmomed (2017-19, finanziato da Fondazione Sardegna e dalla legge 7 della RAS, coordinatore Raffaele Cattedra) –, attraverso modalità multimediali che coniugano ricerca sociale e arte, territorio e società civile, con la finalità di offrire anche a un pubblico di non specialisti gli esiti di questa ricerca. Il progetto si è interessato a comprendere, attraverso la globalizzazione e con uno “sguardo cosmopolita”, alcuni mutamenti dei processi sociali e culturali, storici e contemporanei, relativi allo spazio mediterraneo, proponendo dal punto della diffusione l’uso di metodologie offerte dalla public history, dalla public geography, dall’antropologia visuale, nonché dall’archivistica.
L’evento ha come focus l’idea della complessità e della diversità culturale, religiosa, etnica, linguistica delle società mediterranee; affronta temi come, la pluralità di appartenenze e la trans-culturalità, la convivenza, la colonialità, le migrazioni, l’accoglienza, le minoranze, la memoria, la marginalità, la cittadinanza e i conflitti che ne derivano, presentando dei focus che riguardano oltre che la Sardegna, diversi paesi e città in Europa e sulla sponda sud del Mediterraneo e dell’Africa. Nel Mediterraneo il paradigma del cosmopolitismo ha trovato particolare applicazione, considerando che la prospettiva storica s’inserisce nel dibattito inerente le società contemporanee, coniugandosi alle spinte della globalizzazione, e invitando a ripensare il mondo i termini di fluidità nei rapporti fra società e territori, dove il locale e il globale si fondono e coesistono nello stesso luogo.
Il cosmopolitismo assume molteplicità di accezioni, associato tanto a fenomeni di convivenza di comunità quanto alle incessanti evoluzioni del concetto stesso di cittadinanza, e ai conflitti che ne possono derivare. Nello studio sul cosmopolitismo convergono questioni legate alla pluralità di appartenenza, alle ibridazioni culturali, alle migrazioni, alle memorie collettive e individuali, e anche alle scelte di valorizzazione dei patrimoni culturali. Il progetto ha studiato particolari contesti determinati dalla colonizzazione europea fra fine ’800 e inizi ’900, che ha originato sulla riva sud società coloniali caratterizzate da situazioni locali di cosmopolitismo (per quanto asimmetrico e non egualitario fra popolazioni autoctone, coloni e militari); ha indagato anche su partiche sociali del passato e contemporanee, considerando effetti locali, individuali e collettivi indotti da forme di convivenza multiculturale e molteplici appartenenze, considerando anche le recenti migrazioni e diaspore che transitano attraverso il Mediterraneo, e che pure concernono la Sardegna. Il cosmopolitismo va interpretato nella complessità identitaria e culturale che in alcune situazioni le società locali hanno prodotto rispetto all’alterità, riunendo genti e comunità provenienti da tutto il Mediterraneo e da altri paesi. Tuttavia, l’ordine sociale riferito al cosmopolitismo non si traduce nell’elogio acritico di una società armonica, priva di tensioni, dove attori o gruppi minoritari abbiano vissuto o coesistano in un accordo perpetuo di convivialità. Volendo leggere tali scenari in una chiave transnazionale, si è trattato di comparare sulla lunga durata, attraverso l’analisi del discorso e dei dispositivi della memoria, pratiche territoriali e simboliche, dati relativi alle mobilità, processi di trasformazione locale indotti dagli effetti delle migrazioni internazionali in contesti nordafricani e sud europei.
Il filo narrativo dell’evento vuole dare esplicitamente “voce” a un mosaico variegato di attori sociali coinvolti nella ricerca, in diverse esperienze svolte principalmente nell’area mediterranea e in Sardegna, con un taglio intergenerazionale e di genere, che tende a privilegiare testimonianze, discorsi, sguardi, opinioni e anche emozioni di cittadini e abitanti, e in particolare di donne, bambini, adolescenti, migranti, stranieri, minoranze, etc.
L’idea principale delle diverse sezioni dell’Evento è quella di condividere delle esperienze di ricerca con la cittadinanza di Cagliari e della Sardegna e con gli studenti del nostro Ateneo, e ciò attraverso modalità esplicative e narrative fruibili anche ad un largo pubblico, coinvolgendo per altro in iniziative puntuali da realizzarsi nel corso delle due settimane di presentazione della mostra, e dei laboratori residenti e abitanti, turisti e visitatori della città, studenti delle scuole etc… Il coinvolgimento di giovani ricercatori, dottorandi e studenti sarà essenziale per una buona riuscita del progetto.
Dal punto di vista organizzativo e di allestimento l’evento sarà articolato in 6 ambiti principali:
Direzione e Segreteria amministrativa: Via Is Mirrionis, 1 – Località Sa Duchessa – 09123 CAGLIARI
Tel. 070.6757287 - 070.6757347 – 070.6757286 – 070.6757345 - 070.6756301.
1) Convegno scientifico dal titolo Tracce di cosmopolitismo intorno al Mediterraneo: migrazioni, memorie e attualità (17-19 ottobre Inaugurazione Rettorato Università di Cagliari e poi Lazzaretto), articolato in quattro sezioni con circa una trentina di partecipanti [Saluti Magnifico Rettore, Saluti delle istituzioni RAS, Comune di Cagliari, Fondazione di Sardegna), Ignazio Efisio Putzu (direttore Dip. Lettere, Lingue e Beni culturali), Francesco Atzeni, Cecilia Tasca, Eva Garau, Silvia Aru, Paolo Francalacci, Silvia Contarini, Maurizio Memoli, Cecilia Novelli, Jose Manuel Maroto Blanco, Maria Luisa Di Felice, Marcello Tanca, Andrea Corsale, Monica Iorio, Tatiana Cossu, Felice Tiragallo, Francesco Bachis, Gianluca Gaias, Carlo Dibella, Massimo Aresu, Luciano Marrocu, Giampaolo Salice, Alessandro Pes, Carlo Maxia, Stefano Pisu, Carlo Dibella, Valeria Deplano, Raffaele Cattedra]
2) Mostra COSMO-MED / TRACCE: un ambito espositivo presso la sala Archi del Lazzaretto, con allestimento di percorsi multimediali (video, fotografia, sonoro, istallazioni…) che rilegge e reinterpreta gli esiti di oltre una decina di progetti, coinvolgendo oltre una cinquantina di autori (c’è l’apporto di quaranta bambini-autori), ed è destinato a presentare al pubblico di non specialisti tematiche convergenti sul Cosmopolitismo intorno al Mediterraneo (memorie, migrazioni, attualità), privilegiando una dimensione artistica e emozionale relativa agli esiti della ricerca scientifica.
3) Cosmo-Lab: un laboratorio permanente a carattere scientifico e interdisciplinare, divulgativo e performativo, animato da oltre una cinquantina di docenti, ricercatori, dottorandi e studenti di vari dipartimenti e corsi di Laurea di Unica. È organizzato in 7 “tavoli” tematici destinati a presentare le ricerche in corso con la presenza in situ (poster, documenti multimediali, istallazioni e materiali di studio), come anche i contesti di produzione di ricerche inerenti il tema del cosmopolitismo, a approfondire le tematiche presentate nel convegno, nonché i contesti scientifici dei materiali presentati nell’ambito della mostra Cosmomed/Tracce, o ancora a prospettare futuri progetti: 1. Archivi, storie e geografie della memoria ebraica; 2. Mediterraneo, Sardegna e Cosmopolitismo, 3. Mobilità, approdi, migrazioni; 4. La città cosmopolita; 5. Metodologie multimediali e interattive nella narrazione dello spazio plurale; 6. Visioni trans/pluriversali tra “il qui e l’altrove”: arte, rappresentazioni, discorsi e traduzioni; 7. Multiculturalità, trasmissioni, trasmutazioni digitali e audiovisive.
4) Transiti / Biblioteca di passaggio /Percorsi di lettura di lettura cosmopoliti: uno spazio biblioteca aperto ai visitatori del Lazzaretto dedicato ad approfondimenti di lettura sulle tematiche del progetto
5) Tre eventi principali e incontri, seminari, proiezioni workshop destinati a un vasto pubblico, a cura di ricercatori, di artisti e operatori sociali coinvolti nel progetto. Oltre ad artisti locali, dottorandi e studenti dell’Università di Cagliari, sono coinvolti autori come Thomas Walker, storico interprete del Living Theater (già presente in Sardegna con il progetto Overlap curato da Senza confini di pelle) (il 20 ottobre); Dimitri Porcu, Stefano Giaccone e Giacomo Casti, con un reading concerto Traversée/Traversate, un omaggio a Giulio Angioni e Marc Porcu (29 ottobre); Lea Gramsdorff e Simone Dulcis, con una installazione /performance Over/Overlap (il 2 novembre).
6) Realizzazione di un sito web e di piattaforme di comunicazione social (www.cosmomed.org), dove sarà possibile accedere attraverso specifici approfondimenti scientifici, ai prodotti bibliografici e multimediali della ricerca, e seguire il calendario degli eventi previsti durante le due settimane da 17 ottobre al 3 novembre 2019.
L’intero evento COSMO-MED ospitato presso il Lazzaretto propone un omaggio simbolico a questo luogo di Cagliari e alle figure di due intellettuali scomparsi di recente: l’antropologo Giulio Angioni e il poeta e traduttore Marc Porcu, la cui vita, opere e impegno civile ci hanno lasciato importanti “tracce” di sguardi e di prospettive cosmopolite sul mondo.

12/10/2019 - presentazione CD Destination anywhere



Oggi alle 17.30 al Lazzaretto, in concomitanza con i mercatini del Creative Corner Market, organizzato da Amazing*Us, si terrà la presentazione del CD di Paolo Demontis e Corrado Cuboni.

Ci sarà la buona birra del Brew Bay e il buon cibo organizzato dalla Caffetteria, La Terrazza del Lazzaretto.

 


12/10/2019 - Creative Corner Market 12 e 13 ottobre 2019



Due giornate dedicate all'handmade.

12 e 13 ottobre 2019, dalle 11.00 alle 21.00.

Sala Archi e Sala polifunzionale.

Per le due gioornate a pranzo troverete l'ottima birra di Brew Bay e l'ottimo cibo della caffetteria La Terrazza del Lazzaretto. 


29/09/2019 - 5° festival della cultura giapponese in Sardegna

La 5° edizione del "Festival della cultura giapponese in Sardegna", organizzato dall' assoc. Events Planning, si svolgerà l'ultimo week end di settembre presso il Lazzaretto di Sant'Elia.
Le prime novità: quest'anno durerà 3 giornate dal venerdì alla domenica negli orari 10:00-21:00 e ogni giornata avrà una tematica.


Un evento che ha lo scopo di far conoscere la cultura giapponese e le sue arti tradizionali. ( solo Giappone)

 

 

All'ingresso sarà richiesto un contributo di 5 euro per sostenere l'attività dell'associazione che non ha finanziamenti pubblici.

Cosa troverete al nostro festival?
INCLUSO NEI 5 EURO GIORNALIERI

- AREA ESPOSITIVA con bancarelle, kimono a disposizione per chi volesse provarli e fare delle foto, area giochi (dai 10 anni in su)...

- AREA ARTI MARZIALI dove, negli orari che troverete nel programma che pubblicheremo a breve, si potra assistere e/o praticare le arti marziali: aikido, kyudo, karate, iaido

- AREA BENESSERE: mini trattamenti shiatsu, kobido e reiki

- CONFERENZE

- MOSTRA FOTOGRAFICA legata al concorso "Giappone dal nostro punto di vista" dove i visitatori dovranno votare la foto preferita

Le attività a numero chiuso e a pagamento sono specificate nel programma.
Precisiamo che all'interno non vi sarà area food giapponese.
Chi verrà dalla mattina potrà uscire dal festival e rientrare con lo stesso biglietto nel pomeriggio.


Download file: Definitiva FESTIVAL Brochure (3).pdf


29/08/2019 - Mattoncini al Lazzaretto 30 Agosto - 1 Settembre



Karalisbrick è un'associazione culturale di costruttori amatoriali sardi che crea secondo la propria fantasia, utilizzando solo ed esclusivamente mattoncini Lego. L'associazione è composta da sei esponenti, ognuno dei quali si dedica a uno o più temi, sviluppando ed arricchendo il proprio diorama. La manifestazione al Lazzaretto avrà sei temi così riassunti:

Medieval, castle, villaggio Western, villaggio dei Pirati, quartiere dei Simpson, il Signore degli anelli; paesaggio artico.

Le installazioni avranno circa 140.000 mattoncini.

Durante la manifestazione i più piccoli potranno inoltre partecipare ad un concorso a loro dedicato, presentando una propria creazione Lego. 


Download file: IMG-20190829-WA0000.jpg


26/08/2019 - Caralis beer Festival 30-31 agosto - 1 settembre 2019



Torna dal 30 Agosto al 1 Settembre la seconda edizione di Calaris – Cagliari Beer Festival 2019, manifestazione dedicata alle birre artigianali e allo street food organizzata dall’Associazione Brasseria Dei Giudicati e dal Lazzaretto Cagliari.

L’evento si svolgerà come di consueto al Lazzaretto di Cagliari e vedrà come protagonisti 9 tra birrifici e beerfirm, 5 corner food e tantissime birre in degustazione.

 


17/07/2019 - Palestina in Sardegna - IV Edizione



Il 19 e il 20 luglio ospiteremo la IV Edizione di Palestina in Sardegna, in cui arte e cultura palestinesi e sarde saranno le protagoniste. In programma per venerdì la mostra fotografica "Not right to exist" a cura di Laura Gargiulo, l’esposizione di abiti tradizionali con sfilata, e un reading a cura di Franca Piras con accompagnamento musicale. Nella serata di sabato, presentazione del libroVagando di erba in erba. Racconto di una vacanza in Palestina”, alla presenza dell’autrice Patrizia Cecconi. A seguire, degustazione di piatti della cucina palestinese e sarda, concerto del Trio Malasorti, e per concludere la serata Dj Set con Ottone Onnis.

L’evento è organizzato dall’associazione culturale Amicizia Sardegna-Palestina, nata nel dicembre 1997 allo scopo di favorire la conoscenza e lo scambio tra la Sardegna e i popoli del Vicino Oriente, in particolare facendo conoscere ai sardi le condizioni di vita del popolo palestinese.


Per maggiori informazioni:

Facebook: https://www.facebook.com/events/2379406495716504/

 

Sito associazione: http://www.sardegnapalestina.org/


11/04/2019 - Creative Corner Market 13 e 14 aprile 2019

L'Associazione culturale Amazing*Us vi aspetta ad aprile per il:

CREATIVE CORNER MARKET EASTER EDITION

LAZZARETTO SANT’ELIA - CAGLIARI
Via dei Navigatori n.1


INGRESSO GRATUITO

HANDMADE &
Ad accogliervi circa cinquanta operatori dell'ingegno appassionati che realizzano prodotti unici, fatti a mano e di qualità.
Con la tua presenza darai un prezioso contributo a tanti artisti, illustratori, designer del gioiello, artigiani, sarti e stilisti dell'isola.

AMPIO PARCHEGGIO ESTERNO
MEZZI CTM: n. 6 direzione parcheggi stadio Sant’Elia
11/04/2019 - 14 aprile 2019 OPEN DAY

Emoziona - Mente e La città del sogno presentano

 OPEN DAY, domenica 14 aprile 2019, dalle 10 alle 19.

Docenti e allievi della Città del SognIo

vi offriranno gratuitamente una giornata di benessere.

Consulenze Counseling - Ipnosi e Tecniche di rilassamento - Tecniche Vibrazionali

Valutazioni Tecnostress - Consulenze Fitoterapiche – La Mappa degli Archetipi

Misurazioni stress con il Biofeedback

Nel corso della giornata avremo il piacere di ospitare

il Dott. Paolo Piu esperto di tradizioni dei nativi americani e

il Dott. Tiziano Cerulli Psicologo esperto di Teatroterapia ad approccio immaginale

INGRESSO LIBERO

Info: emozionamente@gmail.com Tel. 070.882221 – 3930964701

https://www.facebook.com/emozionamente.stefanosalvatici/

www.emozionamente.com ;


Download file: open day_.pdf


12/01/2019 - CONNESSIONI



Connessioni è la collettiva fotografica degli allievi della scuola di fotografia "La Bottega della Luce". Le fotografie che verranno esposte sono il frutto del lavoro degli allievi del corso base, corso intermedio, corso avanzato e corso di ritratto che si sono articolati  tra gennaio e dicembre 2018. La mostra vuole essere un momento di chiusura simbolica del percorso di studio di ciascun allievo in cui poter mostrare non solo le proprie competenze fotografiche ma anche la propria capacità espressiva e di comunicazione attraverso l'immagine fotografica. La mostra inaugurerà il 12 gennaio 2019 a partire dalle ore 18:00 e sarà visitabile gratuitamente fino al 20 gennaio 2019 presso il Lazzaretto di Cagliari.
© Cooperativa Sant'Elia 2003 Tutti i Diritti Riservati - p.iva/C.F. 02847080922 - policy privacy - pwd obinocomix.com